IL PROGETTO VITA SPORT…

 

Progetto Vita Sport                                                        Progetto Vita Sport

L’arresto cardiaco con i suoi 60.000 casi l’anno, solo in Italia, resta un evento drammatico così rapido e improvviso che lascia poco tempo utile per un’efficace intervento cardio-rianimatorio. Ogni minuto che passa dall’inizio dell’arresto cardiaco riduce del 10% la possibilità di salvare chi ne è colpito. E’ stato ampiamente dimostrato che si può salvare una vita intervenendo entro i primi 5 minuti con la defibrillazione elettrica precoce praticata anche da personale non sanitario. Da ciò l’esigenza di preparare coloro che possono essere testimoni e primi soccorritori di una vittima in arresto cardiaco, fornendo loro l’unico mezzo utile al trattamento di tale condizione. La defibrillazione precoce rappresenta dunque l’anello cruciale della catena della sopravvivenza sul territorio ed è talmente irrinunciabile da aver portato alla diffusione dei defibrillatori semiautomatici utilizzabili anche dai laici.
Tutti gli studi dimostrano che i DAE, ovunque siano stati utilizzati nell’ambito di appositi programmi di emergenza, hanno sempre portato a un significativo incremento delle percentuali di sopravvivenza.
Progetto Vita Sport si propone di dotare gli impianti sporti sportivi, anche dilettantistici, di defibrillatore semiautomatico esterno e sensibilizzare altleti e società sportive alla cultura della prevenzione e della defibrillazione precoce in caso di arresto cardiaco.